• THE LABYRINTH VERDE

     

    Il 27 febbraio 2018, The Labyrinth, organizzazione di turismo responsabile e comunitario, si costituisce come società al servizio delle comunità maya del Guatemala, dello sviluppo sostenibile inteso come benessere individuale e collettivo, dell’etica del viaggio, della vita umana e naturale.

    Costituirsi in società è un passo importante sotto molti aspetti. Tra i più importanti, dal punto di vista dei diritti del lavoratore, la nostra struttura societaria punta alla creazione di un sistema in cui il valore del lavoro corrisponde all’impegno, alla dedizione e al buon senso impiegato dell’individuo nella costruzione di un mondo più etico e giusto, in cui The Labyrinth è solo un mezzo per raggiungere tal fine.

    Dal punto di vista dell’etica economica Continua a Leggere

  • DSC_0057

    Chichicastenango, luogo di grande importanza religiosa in cui Felipe Gomez, guida spirituale maya quiché, spiega il calendario Maya, il Popol Voh (libro sacro) e gli effetti del cristianesimo sulla popolazione locale.

    A Chichicastenango indigeni di varia etnia Guatemalteca confluiscono per vendere i propri manufatti dando vita al più grande e colorato mercato dell’America centrale.

    THE LABYRINTH

  • Calendario Maya

     

    The Labyrinth è un’operatore di turismo responsabile che opera in Guatemala e che si inserisce nelle comunità locali, di discendenza maya, con forte pertinenza culturale. Quello che in Europa viene definito turismo responsabile in Guatemala prende il nome di “turismo comunitario” in quanto il territorio viene affrontato dal punto di vista dei comunitari, quindi della popolazione nativa.

    Secondo i popoli indigeni maya il turismo comunitario deve essere gestito secondo i propri valori e principi ancestrali, quelli della cosmo-visione, codificati millenni fa nel calendario: un’insieme di simboli che interpretano le energie dell’universo, positive e negative, capaci di regolare la vita tra gli esseri umani, tra questi e la natura.

    The Labyrinth si muove in tale contesto nel tentativo di costruire un sistema di valorizzazione del territorio che prevede come prima fase il restauro degli aspetti culturali antichi, coniugandoli con le nuove tecnologie, per avviare poi un processo di conservazione e valorizzazione culturale e ambientale che trova applicazione pratica, in campo turistico, tramite itinerari di viaggio. Continua a Leggere