Blog - The Labyrinth

The Labyrinth: una società turistica per lo sviluppo sostenibile delle comunità maya

 

Il 27 febbraio 2018, The Labyrinth, organizzazione di turismo responsabile e comunitario, si costituisce come società al servizio delle comunità maya del Guatemala, dello sviluppo sostenibile inteso come benessere individuale e collettivo, dell’etica del viaggio, della vita umana e naturale.

Costituirsi in società è un passo importante sotto molti aspetti. Tra i più importanti, dal punto di vista dei diritti del lavoratore, la nostra struttura societaria punta alla creazione di un sistema in cui il valore del lavoro corrisponde all’impegno, alla dedizione e al buon senso impiegato dell’individuo nella costruzione di un mondo più etico e giusto, in cui The Labyrinth è solo un mezzo per raggiungere tal fine.

Dal punto di vista dell’etica economica, ogni attore viene pagato secondo un salario giusto e non secondo il salario minimo sindacale del Guatemala: altro strumento di oppressione della popolazione. Dal punto di vista fiscale, riusciamo a snellire e agevolare i vari processi affinché le transazioni che uniscono i nostri clienti al nostro equipe comunitario – di origine maya – favorisca l’interscambio e il dialogo interculturale.

Altro aspetto molto importante è che in tal maniera si permette ai comunitari la grande opportunità di essere riconosciuti come organizzazione turistica e di avere una figura che si occupa di dare inclusione e dignità al loro operato, migliorando così i nostri impatti nel territorio.

DAL PUNTO DI VISTA DEL CALENDARIO MAYA 

Storicamente, ci abbiamo impiegato più di 3 anni per costruire 2 settimane di viaggio all’interno delle comunità maya cercando di rispettare ogni dettaglio etico. Un processo lungo, lento e pieno di amore, sostenuto da tre principi fondamentali, senza dei quali sarebbe impossibile lavorare in contesti indigeni: partecipazione, trasparenza e onestà. La partecipazione prende il nome e la forma di consulta comunitaria, principio sacro per la popolazione maya, momento nel quale si prendono decisioni e si disegna il cammino della stessa comunità, in maniera onesta e trasparente.

Il progetto The Labyrinth basa la sua struttura secondo i valori e principi della cosmovisione maya, e non è un caso che il 27 febbraio 2018, corrisponde al giorno 13 I’X nel calendario maya. I’X è il giorno della donna, della Madre Tierra, del giaguaro, della magia, della teurgia. È il giorno del potere di cambiare le cose, di trasmutarle.

I’X simboleggia nostra madre, la nostra sposa, la madre dei nostri figli. Rappresenta la Madre Tierra come una donna meravigliosa in cui nascono i fiumi, i laghi, le montagne e in cui germogliano i nostri alimenti; la terra è nostra madre e per questo merita rispetto, amore e venerazione affinché possa sentirsi felice.

I’X rappresenta le forze creative dell’Universo, la commemorazione del mondo. È il giorno in cui si appartarono le acque della montagne, della pianure e dai luoghi in cui si sarebbe insediato l’essere umano e gli altri esseri viventi. I’X rappresenta l’altare maya, i luoghi sacri, tutte le forze cosmiche. È il giorno in cui si espande più di tutti la mente, per darci forza e raggiungere i livelli più alti di coscienza.

Oggi per The Labyrinth è un giorno importante non solo per la costituzione di una società ma piuttosto per la realizzazione sempre più formale di tutti i principi sacri che reggono la nostra organizzazione comunitaria che vedono coinvolte persone, natura e tutte le proiezioni di sviluppo sostenibile – benessere – che ci prefiggiamo.

THE LABYRINTH