top of page

MALDIVE CONSAPEVOLI | 10 GIORNI
Viaggiatori scienziati 
alla scoperta dell’ecosistema maldiviano

l5.jpg
DSCI2873.JPG
1000006332.jpg
PARLEY.png

Il viaggio ha l’obiettivo di far vivere al viaggiatore lo straordinario ecosistema naturale delle Maldive così come lo vivrebbe una biologa marina quando realizza le attività di indagine e osservazione a cielo aperto, in mare – sopra e sotto la superficie – e in terra. Da qui il nome della presente proposta di viaggio consapevole: viaggiatori scienziati, alla scoperta dell'ecosistema maldiviano. Di fatto, il viaggio è accompagnato da una esperta biologa marina che affiancherà tutte le attività fornendo una guida specializzata su tutti gli aspetti naturalistici che emergeranno durante le esplorazioni programmate nell’atollo di Ari, dove saremo ospiti. La guida ci accompagnerà anche alla scoperta delle pratiche culturali della comunità maldiviana, in stretta connessione con l’ambiente vissuto e le stagioni: dalla pesca tradizionale all’uso della palma da cocco per diversi usi domestici. Seguendo quindi l’approccio di “viaggiatori scienziati”, vivremo le giornate come esploratori attivi, raccogliendo dati durante l’osservazione della barriera corallina. Proveremo anche l’esperienza del trapianto del corallo (valutandone la fattibilità sul momento), ed osserveremo il fenomeno dell’erosione acquisendo consapevolezza rispetto ai fenomeni naturali in atto, per tornare a casa con un bagaglio di conoscenze che ci permetterà di costruirci un pensiero critico sull’evoluzione naturalistica dell’arcipelago maldiviano, anche come conseguenza dei cambiamenti climatici, acquisendo cosi una conoscenza geo-marina che ci renderà più consapevoli del mare, della sua importanza, forza e delicatezza.

Inoltre, il viaggio è organizzato in un’ottica di salvaguardia dell’ambiente naturale e culturale che si andrà a visitare. Infatti, nel quadro di un viaggio etico è importante informare e anche agire dei piccoli cambiamenti, grazie ai nostri partner locali, la comunità locale di Dhangethi e l’organizzazione Parley for the ocean abbiamo avviato l’azione Dhangethi Plastic Free. La plastica prodotta dagli ospiti della guest house verrà raccolta e portata presso la scuola primaria locale che è un punto di raccolta Parley. Successivamente, tutta la plastica verrà inviata nella capitale Malè dove Parley, in collaborazione con Adidas, si occuperà del suo riciclo attraverso la produzione di scarpe, e la scuola locale avrà in cambio del materiale per le attività sportive. Questa azione permette da una parte di ridurre l’impatto ambientale degli ospiti e dall’altro di produrre un valore per la comunità, rappresentato dal materiale per le attività sportive dei bambini della scuola.

PARTENZE 2024
Marzo/aprile
27/03 - 06/03
AGOSTO
09/08 -  18/08
OTTOBRE
01/10 - 10/10

COSTO DEL VIAGGIO CON BIOLOGA MARINA ITALIANA:

 

Con 4 persone: 1770 €

Con 5/6 persone: 1710 €

Con 7 persone: 1690 €

Con 8 o più persone: 1650 €

Non include volo e assicurazione. 

Riempi il form qui sotto e RICHIEDI UN PREVENTIVO

1° giorno. Volo Italia – Velana.

Partenza dall’Italia, pernottamento in volo.

2° giorno. Familiarizzazione con l’isola di Dhangethi, tra leggende e vita locale.

Arrivo all'aeroporto internazionale Velana. Incontro con un operatore al banco informazioni dell’aeroporto e trasferimento in barca di linea per l'isola di Dhangethi (1 ora e 30 minuti dipende dal tempo, alle Maldive tutto dipende sempre dalle condizioni del mare). Sistemazione nell’alloggio e tour dell’isola con persone locali che accompagneranno lungo un percorso alla scoperta dell’isola; lo si farà camminando, considerando che quasi tutte le isole maldiviane si girano a piedi in poco tempo. Si approfondirà la leggenda della Runbaa, che in Dhivhei, la lingua tradizionale maldiviana, significa giara.  La runbaa è un vero e proprio segno distintivo per l’isola di Dhangethi, la leggenda viene narrata da monumenti e strutture disseminate sull’isola: la grande giara di fronte al ponte che dà accesso all’isola e le altalene a forma di luna nella laguna, un altro richiamo alla leggenda di Handhu Runbaa e che offrono un punto di incontro tra locali e turisti durante il tramonto.

 

Nota. Orari dei trasporti marittimi: 

  • Aeroporto- Dhangethi 11 am, 4 pm | venerdì: 10 am, 3 pm

  • Dhangethi- aeroporto: 7 a m, 1.45 pm | venerdì: 7 am, 2 pm

Giorno 3. La vita delle tartarughe marine, lo snorkeling in barriera corallina e il primo approfondimento su geografia e i sistemi di coralli marini.

La giornata inizia con una uscita in barca con guide locali alla volta di Turtle point, un punto dell’atollo a 15 minuti di navigazione, famoso perché frequentato da tartarughe. Si tratta di un punto in cui la barriera corallina va da una profondità di 3 metri, fino ad arrivare alla superficie. È dunque possibile praticare lo snorkeling con grande piacere e semplicità. L’uscita sarà accompagnata dalla biologa marina che, durante l’uscita, approfondirà a livello teorico la vita delle specie di tartarughe marine all’interno dell’ecosistema della barriera corallina maldiviana. Tutto l’occorrente per lo snorkeling sarà fornito dalle strutture. La sera, nel giardino fiorito della guest-house, verrà dedicato un tempo ad un approfondimento sulla geografia delle Maldive e sull’osservazione e il riconoscimento delle principali strutture presenti nella barriera corallina; si parlerà di formazione degli atolli, della struttura della barriera corallina e di beach rock (30min). L’incontro sarà a cura della biologa marina Mirta Moraitis.

Giorno 4. Le lingue di sabbia, un ecosistema di mucchi si sabbia e macerie di corallo. La pesca al bolentino sul Dhoni, e l’approfondimento su mammiferi, balene e delfini.

Picnic presso la lingua di sabbia e pesca al tramonto con barbecue sulla spiaggia.

 

Si dedicherà questo giorno alla visita della sand bank (lingua di sabbia), con arrivo al mattino fino all’ora di pranzo. Verrà condiviso un aperitivo di succhi di frutta fresca e frutta tropicale. Lo spettacolo delle sand bank è incredibile, per la luce e i colori così peculiari di questo luogo unico nel suo genere. Si tratta di conformazioni naturali tipiche delle Maldive e degli arcipelaghi corallini. Sono composte da mucchi di sabbia e macerie di corallo formate in un equilibrio dinamico con nuova sabbia e nuova maceria di corallo che vengono aggiunte dalla barriera corallina ed erose dal vento e le onde. Le porzioni di terra vengono quindi modellate e definite da correnti, maree, venti, stagioni e vita marina. Questa continua trasformazione rende fluidi e in movimento i limiti tra mare e terra, da immaginare in un rapporto organico piuttosto che binario e di reciproca esclusione. Per il pranzo si tornerà a Dhangethi e nel pomeriggio ci si imbarcherà nuovamente, questa volta sul Dhoni, tipica imbarcazione maldiviana, per avventurarsi nella pesca al bolentino fino a dopo il tramonto. Durante l’uscita è probabile l’incontro con i delfini che normalmente si mostrano molto amichevoli e spesso si esibiscono in salti ed evoluzioni davanti alle barche in osservazione. L’uscita sarà accompagnata dalla guida e biologa marina che esporrà il tema dei mammiferi, balene e delfini, attraverso un approfondimento con schede direttamente sul dhoni (barca maldiviana) durante il dolphin watching.

Quando si sarà trovato il luogo ideale per la pesca, ogni ospite sarà munito del necessario per l’attività, tutto il pescato sarà poi grigliato per tutto il gruppo una volta tornati sull’isola. Ammirare da una barca in mezzo all’oceano i colori del cielo che dall’azzurro passano al rosso fuoco del tramonto attraverso tutte le sfumature di colore del calar del sole appaga gli occhi e il cuore. Il godimento della pace e della grandezza della natura che si manifesta in questi momenti è una memoria che rimarrà inscritta nella mente e nel corpo.

Giorno 5. La danza delle mante in barriera corallina e lo squalo balena, tra snorkeling e approfondimenti geo-marini. Osservazione del fenomeno dell’erosione delle isole.

La mattina sarà dedicata allo snorkeling, ci si recherà sui luoghi di avvistamento di mante e squali balena. Trattandosi di animali liberi in natura non è certo l’incontro con questi meravigliosi animali, vi è comunque un’ottima possibilità, essendo questa zona riconosciuta come luogo di avvistamento in tutte le stagioni. L’uscita sarà accompagnata da un approfondimento sugli elasmobranchi – mante, trogoni, squali – durante l’escursione.

 

SPOT MANTE Mahibadhoo Rock:

Questi elegantissimi animali si radunano normalmente intorno a quelle che vengono chiamate cleaning station, formazioni coralline dove le mante si ritrovano per ripulirsi da parassiti grazie al lavoro simbiotico con piccoli pesci che fungono da “pulitori”. Non è raro assistere al raggrupparsi di più mante che danzano in cerchio sopra queste formazioni coralline, uno spettacolo davvero commovente.

 

SPOT WHALE SHARK Maamigili Area

Si tratta dell’essere vivente che detiene il primato di essere il pesce più grande conosciuto nel regno animale. Gli squali balena vivono in acque tropicali, misurano intorno ai 10 metri e normalmente si muovono in solitaria. Si tratta di animali innocui per l’uomo, si nutrono di fitoplancton e macro-alghe e possono vivere fino a 100 anni! La particolarità di ogni esemplare è di presentare una particolare e unica colorazione sul dorso, la base è di colore grigio con piccole macchie e linee più chiare che vanno a formare composizioni diverse per ogni animale, in questo modo risulta anche più semplice il riconoscimento per gli esperti che si occupano del loro studio. Lo squalo balena spesso si avvicina alla superficie per lungo tempo, prima di reimmergersi in profondità, questo permette il suo avvistamento e la possibilità di nuotarvi intorno.

 

Al rientro sull’isola, dedicheremo il pomeriggio all’osservazione dell’interessante fenomeno dell’erosione nei diversi luoghi dell’isola dove questa è visibile, attraverso una passeggiata sulla spiaggia sarà possibile analizzare la struttura della sabbia insieme alla biologa, e notare come l’innalzamento e l’abbassamento delle maree durante l’anno, da una parte, erode pezzi di isola, e dall’altra, ne genera di nuovi: le Maldive sono dunque un corpo in costante mutazione.

Giorno 6. Integrazione con la comunità maldiviana: la vita della donne sulle isole, e il rapporto uomo-natura.

Durante la giornata di oggi risponderemo a questa domanda: come interagiscono natura e cultura nella vita di tutti i giorni in un luogo come le Maldive? Proveremo a sperimentarne insieme alcuni aspetti, cercando di comprendere la cultura comunitaria dell’isola di Dhangethi, e per farlo svolgeremo le attività tipiche delle donne dell’isola. Ad esempio, la palma da cocco viene utilizzata in molti modi: dalla copertura dei tetti, alla realizzazione di corde, ceste, addobbi, scope, alla preparazione della salsa rihaakur.

 

Sarà una giornata di integrazione con la comunità locale, di cultura e di comprensione delle sue dinamiche locali.

Giorno 7. Snorkeling da viaggiatori scienziati, osservazione dello sbiancamento del corallo, snorkeling notturno e cena in famiglia locale.  

La mattina sarà dedicata allo snorkeling e all’attività di Fish/Shark ovvero uno snorkelling da viaggiatori scienziati per la raccolta di dati sulle specie residenti; l’attività sarà preceduta da un approfondimento sulla vita marina alle Maldive. Durante l’esplorazione sarà possibile, grazie ad alcune conoscenze fornite dalla biologa marina, osservare il fenomeno dello sbiancamento del corallo comprendendone genesi ed evoluzione (davvero molto interessate). Lo snorkeling sarà previsto presso il punto Coral garden, si tratta di una zona con molti coralli intatti dalle forme variegate e colori cangianti. Lo spot è frequentato da numerosi pesci della barriera corallina: butterfly fish, pesci pagliaccio, piccole murene…sempre con esperte guide locali sarà possibile lasciarsi coccolare dalla temperatura e dai colori di queste acque.

Durante la stessa uscita, sempre attraverso una navigazione di 15/20 minuti, faremo visita al resort abbandonato di Ranveli. Si tratta di un’isola che negli anni è stata struttura ricettiva, ad oggi non accoglie più turisti ma la bellezza naturalistica dell’isola è rimasta intatta, con spiagge bianchissime, vegetazione rigogliosa e laguna turchese. Si prenderà del tempo per esplorare l’isola e goderne colori, profumi e silenzio. Tornati a Dhangethi si trascorrerà il resto della giornata sull’isola, bevendo un frullato di frutta in un caffè locale, guardando il tramonto dondolandosi in un Ndjoli (tipica seduta maldiviana) o passeggiando per il paese visitando negozietti locali.

 

La sera verrà dedicata, per chi ne ha desiderio, allo snorkeling notturno: sarà possibile l’osservazione della fauna notturna e della bioluminescenza (plancton). Successivamente, sarà possibile gustare una cena tradizionale ospiti in casa di una famiglia maldiviana. Per questa cena la signora che accoglierà gli ospiti preparerà le pietanze tipiche della tradizione maldiviana, tra cui la Garudhiya, la zuppa di pesce tradizionale maldiviana preparata con tonno della barriera. Si tratta di un’esperienza di conoscenza culturale basata sull’elemento di condivisione per eccellenza: il cibo.

Giorno 8. Giorno libero.

Giornata libera per godere dell’isola a seguito di tutte le conoscenze apprese i giorni precedenti, e per riposarsi prima del rientro in Italia e alla vita quotidiana. 

 

NOTA. Possibilità di realizzare una uscita facoltativa di tutto il giorno presso l’isola di Dhigurah. Si tratta di una delle isole più lunghe delle Maldive e si trova sempre nell’Atollo di Ari. È un’isola locale dove si può ammirare una lunghissima lingua di sabbia che si spinge nell’oceano. In una giornata a Dhigurah si potrà visitare il caratteristico centro abitato, con piccoli caffè, negozietti e graziosissime case, per poi immergersi nella natura della giungla attraversata da un sentiero che porta proprio alla lunghissima lingua di sabbia. Da Dhangethi si raggiungerà Dhigurah in barca e si trascorrerà tutta la giornata sull’isola. Costo del trasporto 100$ a persona, e considerare circa altri 15/20$ per il cibo.

Giorno 9. Partenza per l’Italia.

Partenza per l’aeroporto di Malè, in base all’orario del volo, tempo libero o meno prima della partenza.

10° giorno. Rientro in Italia 

Arrivo in Italia.

   LA QUOTA INCLUDE

  • Alloggio in camera doppia o tripla in guest house;

  • Pensione completa;

  • Biologa marina che vive e lavora alle Maldive da 19 anni, esperta non solo di questioni scientifiche ma anche di tradizioni e cultura maldiviana;

  • Tutti i trasferimenti su terra e per mare;

  • Tutte le attività previste nell’itinerario (tranne quelle specificatamente facoltative)

LA QUOTA NON INCLUDE

  • Le attività che si svolgono in autonomia;

  • Biglietto aereo intercontinentale;

  • Assicurazione medica, bagaglio e annullamento;

  • Materiale per trapianto di corallo (200$ da dividere su tutto il gruppo);

  • Tutto ciò che non è specificato in “il tour include”;

  • Bibite extra e costi personali;

  • Servizio di facchineria. 

  • Possibili mance

 GALLERIA ITINERARIO

Richiedi preventio

Richedi preventivo: 

Mirta Moraitis

è una biologa marina/ istruttrice subacquea con 19 anni di esperienza alle Maldive. Durante il periodo trascorso, gestendo due laboratori di ricerca per la compagnia Banyan Tree come Area Marine Lab manager, ha acquisito competenze di Reef management, trapianto di corallo, divulgazione ambientale per turisti e locali, gestione del progetto di salvaguardia di tartarughe marine e trigoni. Per anni ha coperto anche il ruolo di CSR manager che le ha dato la possibilità di avvicinarsi alle problematiche locali in settore ambientale e sociale. Attualmente lavora come consulente freelance per università e enti privati.

bottom of page